Protocollo d'intesa fra l'Istituto Comprensivo Santa Alessandra e la Misericordia di Rosolini - Rosolini 20 ottobre 2021 - misericordia rosolini

Misericordia di Rosolini
OdV
"fare il bene ti fa bene"
Vai ai contenuti

Protocollo d'intesa fra l'Istituto Comprensivo Santa Alessandra e la Misericordia di Rosolini - Rosolini 20 ottobre 2021

PROTOCOLLO D'INTESA FRA L'ISTITUTO COMPRENSIVO SANTA ALESSANDRA E LA MISERICORDIA DI ROSOLINI
Rosolini 20 ottobre 2021


Sottoscritto questa mattina, presso il 2° Istituto Comprensivo Santa Alessandra di Rosolini, il Protocollo d’Intesa tra lo stesso Istituto e la Confraternita di Misericordia di Rosolini per “collaborare nel porre in essere attività di carattere educativo-formativo-sociale aventi come obiettivo precipuo la sensibilizzazione e la presa di coscienza da parte degli alunni/studenti delle aree sensibili del proprio territorio… con lo scopo di organizzare momenti formativi e attività con ricaduta didattica, legate alla promozione della cultura della solidarietà e della sensibilizzazione alla sostenibilità”.
La cerimonia, toccante e partecipata, ha visto la presenza di un nutrito numero di alunni, insegnanti e volontari della nostra Misericordia.
A fare gli onori di casa è stato il Dirigente prof. Salvatore Lupo e i collaboratori Rosangela Carpenzano, Simona Bordonaro e Sebastiano Nicastro.
Nel suo saluto iniziale, il Dirigente ha sottolineato i tanti servizi svolti dalla nostra Associazione anche riguardo alla mobilità di alcuni alunni ed ha ricordato come, prima della conclusione dello scorso anno scolastico, l’Istituto ha organizzato un “bellissimo momento legato all’inclusione sociale a cui ha preso parte anche la Misericordia” per “promuovere una sorta di patto di comunità”.
Da quell’incontro e dall'attività legata all’educazione civica, ha detto Lupo, “traiamo le occasioni e i contenuti per sugellare quest’oggi il protocollo d’intesa”.
Il nostro Governatore, Nino Savarino, ha ringraziato il Dirigente Scolastico, i docenti e tutti i ragazzi presenti ed ha ricordato come “in Misericordia l’obiettivo che abbiamo è quello di aiutare le persone. Non sempre ci riusciamo e probabilmente non sempre lo facciamo nel migliore dei modi, ma credetemi, quello che facciamo lo facciamo con il cuore. Quello che oggi stiamo facendo è creare una relazione ancora più stretta con la scuola. Abbiamo il dovere di confrontarci con tutte le realtà presenti nel territorio a cominciare dalla scuola, che ha il compito nobile e difficile dell’educazione che, se fatto bene, forma i buoni cittadini. La Scuola Santa Alessandra è una scuola viva e vitale che tante attività formative propone ai giovani. Accogliamo il vostro invito, che poi è anche un nostro desiderio, per fare rete e per proiettarci nel territorio, con lo scopo di aiutare la comunità e di formare tutti alla buona cittadinanza”.
Molto interessanti anche gli interventi delle insegnanti Rosangela Carpenzano e Simona Carbonaro che coordinano l’attività di educazione civica.
Rosangela Carpenzano ci ha parlato del cosiddetto Service Learning, che combina l’apprendimento con il servizio alla comunità. Una sorta di apprendimento pragmatico, di educazione civica applicata. “Per sensibilizzare i bambini ai problemi reali del territorio abbiamo pensato di coinvolgere le associazioni di volontariato. Credo che insieme faremo cose in grande” ha detto.
Il Governatore ha donato, a nome di tutti i volontari, il libro del venticinquennale “Il cammino della Misericordia di Rosolini”. Nel presentare il volume, Nino Savarino si è rivolto ai volontari presenti: “Davanti a voi ci sono i futuri cittadini. Quello che noi facciamo, se lo facciamo bene, sarà per loro da esempio. Loro ci guardano e noi dobbiamo sentire forte il dovere di fare bene e al meglio quello che facciamo. Ringrazio il preside perché ci sta dando un’occasione irripetibile”.
È stato poi proiettato il video “Aquile e non polli”, dimostrativo delle attività della Misericordia, presentato da Maria Grazia Scatà, responsabile per i rapporti con le istituzioni: “Tocca a noi cambiare il mondo, tocca a noi cambiare quello che non va, tocca a noi rispettare le regole e farle rispettare”.
Prima di procedere alla firma del Protocollo, i ragazzi hanno rivolto al governatore alcune domande sul volontariato e sulle esperienze.
La firma e la foto di gruppo hanno sugellato una mattinata davvero importante.

codice fiscale 92008080894
Torna ai contenuti