messa di ringraziamento in Chiesa Madre per i 24 anni di vita della Misericordia di Rosolini - 5 giugno 2019 - misericordia rosolini

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

messa di ringraziamento in Chiesa Madre per i 24 anni di vita della Misericordia di Rosolini - 5 giugno 2019

SANTA MESSA DI RINGRAZIAMENTO PER I 24 ANNI DI VITA DELLA NOSTRA MISERICORDIA

Rosolini 5 giugno 2019


Celebrata in Chiesa Madre la Santa Messa di ringraziamento per i 24 anni di vita della nostra Confraternita.
Alla presenta di tantissimi volontari, dell'ex governatore Nino Santocono, dei confratelli delle Misericordie di Pachino e Portopalo di Capo Passero, dei volontari del Gruppo Fratres San Luigi di Rosolini, dell'ARID e dell'APRODA, ci siamo ritrovati tutti insieme per ringraziare il Signore per i tanti doni che ha elergito a noi e alla nostra città attraverso la Misericordia e per chiedere il suo aiuto per il cammino che ancora ci aspetta.
Don Luigi Vizzini, nostro padre correttore, nella sua omelia ci ha ricordato che la Misericordia serve innanzitutto per noi stessi e per la nostra crescita umana e cristiana. Ancor prima dell'azione di carità, cui è chiamato il confratello, è fondamentale l'incontro con Gesù attarverso la preghiera. Ricordando Santa Teresa di Calcutta, don Luigi ci ha invitati alla preghiera perchè: "chi non ha Dio nel cuore, è troppo povero per aiutare i poveri. Noi possiamo essere testimoni della carità, possiamo aiutare gli altri solo se noi abbiamo il cuore pieno di Dio. Diversamente il nostro aiuto è a scadenza: serve fino ad un certo punto, perchè noi da soli questo possiamo dare. Ecco perchè dobbiamo dare radici profonde al nostro essere nella Misericordia e alla Misericordia stessa". Il correttore ha poi richiamato alla memoria di tutti l'esortazione apostolica di San Giovanni Paolo II "Christifideles laici" dove il Santo Padre offre delle piste di riflessione per dare uno slancio alle aggregazioni laicali, e quindi anche alle confraternite, che intendono essere propositive nella società e offrire un servizio alla comunità cristiana: "Possiamo diventare luce e testimoni per gli altri solamente se viviamo la carità avendo consapevolezza della chiamata di Dio, che ci ha portato in Misericordia, se partecipiamo responsabilmente ai sacramenti, che sono il nostro necessario nutrimento, e se curiamo la nostra formazione cristiana".  
A conclusione della celebrazione, il nostro Governatore, Nino Savarino, ha voluto ringraziare tutti i presenti per il loro impegno in Misericordia, nel quotidiano impegno in favore del fratello bisognoso. Ha anche ricordato mons. Corrado Contarina "Fondatore e convinto sostenitore della nostra Confraternita" e tutti coloro che hanno dato inizio a questa meravigliosa avventura. "Con oggi inizia il percorso che ci porterà a festeggiare il venticinquesimo anniversario" ha precisato il governatore "che non sarà solo un momento celebrativo, ma una occasione per riflettere, fare il punto, riacquistare le forze, ricaricarci in Dio e riprendere con più slancio il nostro cammino".
Poi tutti in sede per un momento di convivialità.


 
Copyright 2018. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu